x 

Carrello vuoto

I ragazzi con diabete di tipo 2 hanno, rispetto agli adulti, una patologia con progressione molto più rapida, un tasso maggiore di complicanze e una necessità precoce di terapia di combinazione o insulinica. Lo rivela lo studio Today, i cui risultati sono stati esposti al 72° Congresso dell'American Diabetes Association (Ada), a Filadelfia. «Ora si ha la fotografia precisa di una malattia che fino a 20 anni fa quasi non esisteva» afferma Carlo Bruno Giorda, presidente nazionale dell'Associazione medici diabetologi (Amd). «Il fenomeno ha iniziato a manifestarsi in Usa a causa del maggiore impatto esercitato dall'obesità. Si sono avuti poi anche da noi casi sempre più frequenti di adolescenti con insulinoresistenza, ipertensione e dislipidemia. Finora però non era noto il decorso della malattia, che si riteneva fosse più blando: invece è in grado di dare un notevole danno d'organo renale e retinico già a 20 anni». Nello studio sono stati inclusi 699 ragazzi (età: 10-17 anni) trattati con metformina (1.000 mg bis/die) per conseguire un livello di HbA1c inferiore a 8%. In seguito, i partecipanti sono stati randomizzati a proseguire la terapia con la sola metformina, oppure a passare a metformina combinata con rosiglitazone (4 mg bis/die) o a un programma di interventi sugli stili di vita mirato a perdere peso. Circa il 50% dei ragazzi ha risposto bene alla metformina. Inoltre la combinazione di metformina e rosiglitazone ha ridotto del 25% la necessità di passare alla terapia insulinica. L'Fda e l'Ema, però, escludono l'uso di rosiglitazone per motivi di sicurezza. «Si potrebbe comunque prescrivere il pioglitazone, ipotizzando un effetto di classe» commenta Giorda. «Dunque, i risultati migliori sono offerti dalla metformina, la molecola in assoluto più efficace nel rallentare la progressione della malattia, e dai glitazoni, tutti farmaci attivi sull'insulinoresistenza». Scarsa invece l'efficacia degli interventi sugli stili di vita che «spesso è difficile verificare quanto siano realmente seguiti». «Se negli adulti il diabete di tipo 2 va aggredito subito» conclude Giorda «ora si sa che negli adolescenti l'intervento deve essere ancora più immediato».

N Engl J Med, 2012; 366(24):2247-56
Fonte: Diabetologia33

CONTATTI

Farmaplanet.it la tua farmacia online
c/o Farmacia Centrale
via Cristoforo Colombo, 16
30031 Dolo (VE)

tel 041.5101021 - fax 041.5128631
email informazioni@farmaplanet.it

orari da lunedì a venerdì
negli orari 8.30-11.30 - 15.30-18.00

NEWSLETTER

Iscriviti all Newsletter di Farmaplanet per ricevere le offerte ed i coupon validi per gli sconti alla cassa !

captcha 

ACQUISTI SICURI

acquisti paypal PAYPAL VERIFIED
SSL SECURE SITE